Serie A, è più difficile salvarsi per le neopromosse rispetto agli altri tornei top d’Europa

Studio Kpmg: nell’ultimo decennio solo il 57% delle matricole è riuscito a evitare la retrocessione in Italia contro il 73% nella Liga e nella Bundesliga, il 66% nella Ligue 1 e il 63% nella PremierLa scorsa stagione il neopromosso Empoli non è riuscito a salvarsi. Stessa sorte per il Frosinone. Lapresse

È più alto il rischio di retrocedere per le neopromosse in Serie A rispetto agli altri grandi campionati europei. Lo testimonia uno studio di Kpmg Football Benchmark che ha analizzato l’andamento delle ultime dieci stagioni, dal 2009-10 al 2018-19. In Serie A sono riuscite a conquistare la salvezza il 57% delle neopromosse contro il 73% nella Liga e nella Bundesliga, il 66% nella Ligue 1 e il 63% nella Premier League.

CURIOSITÀ—   Tra i top campionati d’Europa le migliori performance delle matricole, nell’ultimo decennio, sono state quelle del Lipsia nel 2016-17 e del Monaco nel 2013-14, capaci di centrare il secondo posto in Bundesliga e Ligue 1. In Inghilterra, il Leicester dopo un anno di assestamento in Premier nella stagione seguente si è laureato campione. In Italia la matricola più brillante è stata il Parma: ottava posizione nel 2009-10. Ma spesso sono stati dolori. Dal 2009-10, ogni anno almeno una neopromossa è stata condannata alla retrocessione immediata. L’ultima volta che tutte e tre le matricole sono riuscite a salvarsi è stato nel 2007-08: ma si trattava di Juventus, Napoli e Genoa… Nella scorsa stagione sono tornate in B due neopromosse su tre: Empoli e Frosinone, con il Parma salvo al quattordicesimo posto.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *