Commisso: «Compro tre giocatori. Troppa burocrazia in Italia, ma voglio il nuovo stadio”

Il presidente: “Per portare in alto la Fiorentina serve un impianto di proprietà. Pronto a investire, ma non voglio prestiti”

Rocco Commisso.LaPresse

CRONISTORIA —   “Sono deluso dai tempi della burocrazia, ma credo ancora nella possibilità di fare il nuovo stadio”. Questo in sintesi il Commisso pensiero espresso in oltre un’ora di conferenza stampa per fare il punto sulla questione del possibile nuovo impianto a Firenze. Così il presidente viola. “Quando sono arrivato abbiamo iniziato a pensare al restyling del Franchi anche se non era l’opzione ottimale perché credevo di poter far più veloce. Poi ho letto dai giornali che le curve non si potevano abbattere per il parere negativo della soprintendenza. Quindi il sindaco di Firenze Nardella, con il quale ho un gran rapporto e lo rispetto, ci ha proposto l’area Mercafir per fare il nuovo stadio. Ma più passa il tempo più non sono sicuro sia una soluzione ottimale, tra i prezzi alti del terreno ed altri costi non previsti, anche se credo che parteciperemo ugualmente al bando per l’area”.

 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *