Sampdoria, Gabbiadini punge Giampaolo: “Suoi meccanismi da robot, non è stato facile. Ora con Di Francesco…”

Gabbiadini

Nuova stagione e nuovo Manolo Gabbiadini: l’attaccante della Sampdoria è stato intervistato da Il Secolo XIX e ha parlato delle differenze tra il lavoro dell’ex tecnico Giampaolo, al quale non ha risparmiato qualche critica, e quello del nuovo mister Di Francesco.

RUOLO – “Di Francesco mi ha parlato all’inizio del ritiro chiedendomi la disponibilità di giocare da attaccante centrale e da ala destra. Ovviamente gliel’ho data, ma preferisco stare a destra. È un ruolo che conosco che mi permette di accentrarmi e tirare col sinistro. Comunque è il mister che decide dove farmi giocare. La Sampdoria cerca un altro esterno? Ci sta, se arriva qualcun altro è giusto, dobbiamo giocarci il posto. Io penso che più siamo più si alza la qualità ed è un bene per la squadra. Quindi se la domanda è il mercato mi disturba, la risposta è no”, ha dettoGabbiadini.

CON GIAMPAOLO –  E se per il nuovo mister ci sono parole di elogio, lo stesso non si può dire dell’ex tecnico Giampaolo. Gabbiadini fa un bilancio del suo periodo blucerchiato con il vecchio allenatore sottolineando quella che sembra una vera e propria critica: “Sono arrivato a metà stagione in una squadra che stava insieme da tre anni ed era già collaudata. Entrare nei meccanismi di Giampaolo, molto schematici, quasi da robot, non è stato facile. Però non reputo il mio semestre disastroso, ho anche fatto 4 gol e qualche assist, se altri danno un giudizio negativo non lo so, io penso di essermi ambientato e aver fatto il mio per quanto in poco tempo e in un momento calante della stagione visto che nel finale siamo un po’ calati. Certo voglio fare di più ora”.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *